Il Regno Unito cammina sulla fune della miseria

Le misure economiche del Regno Unito diventano sempre più urgenti. Nella dichiarazione d'autunno di domani George Osborne sarà costretto a confermare un lungo periodo di austerità.

Sarà la prova più dura per George Osborne domani quando, alla Camera dei Comuni, lancerà un messaggio sconfortante e categorico: la Gran Bretagna è in bilico su una corda tesa, affacciata sulla rovina e ci vorranno almeno sei anni per giungere sani e salvi dall’altra parte.

Il clima economico attorno alla sua ‘dichiarazione d’autunno’ non potrebbe essere peggiore: la Gran Bretagna sull’orlo della sua seconda recessione in 3 anni; un’accelerazione della crisi dell’Eurozona; la perdita di 100 mila posti di lavoro nel settore pubblico, di un ‘decennio perduto’ britannico, riferendosi ai 10 anni di stagnazione del Giappone in seguito allo scoppio della sua bolla economica, nel 1990.

Se questo è il quadro generale, perché un messaggio così cupo? I sondaggi hanno mostrato quanto David Cameron soffra di opinioni negative sull’economia. Se Osborne vuole ottenere voti, non dovrebbe cercare il modo per tirare su il morale? La risposta è che non ha scelta.

L’Ufficio per la Responsabilità di Bilancio riferirà che il bilancio della Gran Bretagna è peggiorato, fin dallo scorso marzo. Osborne dovrà ammettere ciò, senza spaventare le agenzie di rating – gli analisti che fissano il prezzo all’indebitamento pubblico. Se la Gran Bretagna declassasse, rendendo il suo debito più costoso, il Paese potrebbe fallire come la Grecia.

Il reddito del governo soffre in quanto le persone pagano meno tasse perché guadagnano meno denaro. Quanto più Osborne taglierà le sue spese, tanto più il suo reddito scenderà velocemente. Ma, se cercasse di alleviare gli elettori con agevolazioni fiscali e sussidi, le agenzie di rating potrebbero diventargli ostili.

I burattini politici

La dichiarazione di domani si collega al dibattito sul potere politico nel Regno Unito. I politici britannici hanno progressivamente ceduto la leadership economica a organi come la OBR e la Banca d’Inghilterra e alle agenzie di rating e agli operatori finanziari. Coloro che sono a favore di questo sviluppo affermano che questo mantiene onesti i politici.

Ma questo non li trasforma in burattini? George Osborne domani potrà fare molto poco, se non dire la verità e affrontarne le conseguenze. Forse questo è positivo. Gli elettori hanno la necessità di vedere i loro leader avere maggior controllo. È una pietra angolare della democrazia il fatto che la gente abbia il controllo delle proprie vite attraverso i rappresentanti che ha eletto. Quando le masse sentono di aver perso il controllo, allora le rivoluzioni accadono.

A Te La Scelta

  1. Il governo dovrebbe essere incolpato per i nostri problemi economici?
  2. Pensi che qualcosa di buono possa venir fuori dai sei anni di austerità’ in Gran Bretagna?

Attivita'

  1. Dividetevi in gruppi. Inventate un’idea imprenditoriale che possa essere lanciata l’anno prossimo, sapendo che molte persone saranno a corto di denaro. Presentate le vostre idee alla classe per il voto.
  2. Il più popolare politico di tutti i tempi è spesso rappresentato dal Presidente del Brasile dal 2003 al 2010, Luiz Ignacio Lula da Silva, conosciuto come Lula. Documentati sulla sua carriera ed elenca cinque cose che ha fatto che potrebbero averlo fatto diventare così amato.

Qualcuno Ha Detto...

“Un politico che fa economia è come un mago che gioca a carte, non sai mai che succederà”

Cosa ne pensi?

D & R

Ho letto alcune notizie positive su George Osborne? Sono tutte bugie?
R: No, ma lui sa che nelle prossime 48 ore prevarranno i numeri cupi. Perciò il suo staff ha preparato per i media piccoli frammenti di buone notizie, prima che la marea nera di domani li travolga.
Qual è la buona notizia allora?
R: Ci saranno più prestiti per le piccole imprese; un aumento di spesa per strade ed edifici (incluse nuove scuole), l’eliminazione dei tagli sulla salute e sicurezza per aiutare chi assume, il congelamento del prezzo dei biglietti ferroviari e della benzina e 1 milione di sterline per aiutare i giovani a trovare lavoro. Ma questo è poca cosa rispetto a ciò che Osborne dovrà ammettere: che l’anno prossimo il Regno Unito sarà fuori di 18 miliardi di sterline, molto peggio di ciò che si pensava a marzo.

Attenti Alle Parole

Recessione
Indica una situazione in cui il l’economia soffre di due trimestri consecutivi nei quali il PIL, di fatto, si restringe.
Settore pubblico
La parte di economia che dipende direttamente dal governo.
Agevolazioni fiscali
Eventuali tagli del governo o indennità a tasse che il pubblico o le imprese devono pagare.
Banca d’Inghilterra
Banca centrale britannica nata nel 1998, indipendente nella definizione della politica monetaria.
Affrontare le conseguenze
Significa 'affrontare le spiacevoli conseguenze delle proprie azioni'. Alcuni ritengono che derivi dai soldati espulsi dai reggimenti per cattivo comportamento.