Il genio incompreso di Vincent van Gogh

La luce del sole: “Amava il giallo”, scrisse il suo amico Paul Gauguin.

Il genio va di pari passo con “qualche tocco di pazzia”? Aristotele la pensava così. Nessuno incarna l’idea più di Van Gogh, protagonista di una nuova mostra a Londra. Ma è proprio così?

L’ultima volta che Londra ospitò una grande mostra di Vincent van Gogh, ebbe un successo enorme.

Era il 1947. La Gran Bretagna aveva vinto la Seconda Guerra Mondiale e la gente era “affamata di colore” come scritto da un giornale. Ma poi la mostra si aprì e “si mise in coda per vedere i dipinti”.

Ora, Van Gogh torna alla Tate Britain per un’altra grande mostra che si concentra sulla sua vita a Londra da giovane.

Si trasferì nella capitale per tre anni quando aveva 20 anni. La mostra fa vedere come i libri che ha letto e l’arte che ha visto abbiano influenzato il suo stile. È ritratto come un giovane intelligente professionista. Lontano dallo stereotipo del “genio pazzo” associato a lui.

Questa immagine si basa sugli ultimi anni della sua vita quando si è trasferì in Francia e iniziò a dipingere. La storia è nota. Soffrì di una grave depressione. Si tagliò un orecchio; trascorse del tempo in un manicomio; e alla fine si suicidò.

Per anni, i critici sono stati ossessionati da come la sua salute abbia influenzato la sua arte. Nel 1910, un critico chiamò i suoi dipinti “i deliri di un maniaco”.

Ma le sue lettere mostrano che non dipinse affatto durante i suoi periodi più bui. Al contrario: la pittura era un modo per rimanere sano di mente.

Genio torturato

Esiste un legame tra creatività e malattia mentale? Grandi artisti come Lord Byron, Virginia Woolf e Van Gogh hanno rafforzato l’idea. Forse le emozioni estreme e il pensiero “fuori dagli schemi” aiutano a favorire la creatività.

O è uno stereotipo pericoloso? Ci sono molti grandi artisti che non hanno sofferto di malattie mentali. Molti di loro trovano che ciò impedisca loro di lavorare. Van Gogh dipinse i suoi girasoli in un periodo felice. Non fu un artista eccezionale a causa dei suoi problemi, ma nonostante loro.

A Te La Scelta

  1. Chi è il tuo artista preferito?

Attivita'

  1. Look at Van Gogh’s painting of sunflowers at the top of this article. Write a short paragraph in German explaining how it makes you feel, and why.

Qualcuno Ha Detto...

“La normalità è una strada lastricata: è comoda per camminare, ma non vi cresce nessun fiore.”

Vincent van Gogh

What do you think?

D & R

Che cosa sappiamo?
Almeno uno studio ha rilevato che gli artisti sono sovrarappresentati in ampi gruppi di persone con problemi di salute mentale
Che cosa non sappiamo?
Perché è così. Il genio rende più probabile la malattia mentale? Oppure le persone cercano l’arte per esprimere i propri sentimenti? Gli scienziati non sono d’accordo, ed è difficile saperlo con certezza.

Attenti Alle Parole

Mostra
Show.
Seconda Guerra Mondiale
Second World War.
Giornale
Newspaper.
Dipinti
Paintings.
Vita
Life.
Giovane
Young man.
Capitale
Capital city.
Libri
Books.
Intelligente
Smart.
Stereotipo
Stereotype.
Depressione
Depression.
Orecchio
Ear.
Manicomio
Asylum.
Salute
Health.
Legame
Link.
Creatività
Creativity.
Malattia mentale
Mental illness.
Girasoli
Sunflowers.